Il picchio

Un’altra gitarella dietro al b&b sulle unghie del monte Calcagnolo, una montagna che mi regala sempre cose nuove ogni volta che ci salgo, parto con le ciaspole, seguo la strada e poi ” sù drizz” (su dritto) fin dove si riesce, perché poi iniziano i crepacci, per salire sulla cima bisogna fare un’altro sentiero.
DSC06854web
Sono sudato e affaticato perché è una sponda molto ripida e la neve non è più invernale e si sprofonda un po’,  mentre sto riposando un camoscio invisibile mi fischia contro stizzito come a dirmi: «che ci fai qui? Questo è il mio territorio e tu sei un intruso, mi stai disturbando!».
Si, i camosci fischiano, tipo le poiane ma con una tonalità più bassa, e poi picchiano i piedi sul terreno di solito, forse l’equivalente di un pugno sul tavolo del padrone di casa quando si arrabbia.
Ma subito mi colpisce anche un larice di colore diverso rispetto agli altri, mi avvicino e capisco di essere entrato in un altro territorio, quello del picchio.DSC06858webDSC06859web
Questi uccelli prendono di mira un albero e si accaniscono su di lui fino a farlo morire, non so come lo scelgono, forse già malato o forse per la posizione, sta di fatto che nell’arco di un paio d’anni lo fanno seccare. Comunque danno prova, questi piccoli volatili, di una costanza eccezionale, perché lo riducono proprio a un colabrodo.DSC06861web DSC06860web DSC06862web
Continuo la mia passeggiata e incontro una volpe, mi colpisce il fatto che non lascia alcuna traccia tanto è leggera, se ne va con tutta calma, sa che non la raggiungerò mai, rispetto a lei sono un bradipo rumoroso; quindi arrivo in un punto dal quale con il binocolo si può scrutare una buona zona della montagna.DSC06870web
Sono sopra al paesino di Bondeno….
DSC06875web
…un alpeggio caratteristico che si può raggiungere anche in macchina, d’estate..
DSC06867web
Ecco che vedo un altro camoscio, si gira e capisco che ce n’è un secondo, forse la madre, è probabilmente un piccolo dell’anno scorso, tra poco avrà un fratellino e non avrà più le attenzioni del genitore solo per se, dovrà imparare ad arrangiarsi da solo, troverà una compagna/o e avanti con il ciclo della vita…
Ok è quasi mezzogiorno, devo tornare, mi colpisce ancora una cosa, queste tracce:DSC06874web
…preda e cacciatore. In questi posti tutte le notti una lepre si alza e sa che dovrà essere più veloce della volpe.
Scendendo faccio ancora qualche foto
DSC06876web DSC06877web
… e noto che le nevicate di quest’inverno hanno fatto molti danni agli alberi, forse anche questa è selezione naturale
.DSC06878web
twittermail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *